Galleria Area Ristorazione
Orari di apertura
training.jpg
Pubblicato il 13 Novembre 2017

Trovare l’allenamento più adatto a sè può rivelarsi una cosa non semplice, sicuramente ad orientarvi nella scelta possono essere i risultati che volete ottenere e individuare quindi la disciplina più in linea con le vostre esigenze.

L’allenamento più in voga del momento è quello funzionale, functional training, affiancato a uno più intenso, detto athletic training. Capiamo in cosa consistono e perché andrebbero praticati.

Il functional training, se pur di moda in quest’ultimo periodo nelle palestre di tutto il mondo, non ha origini recenti, nasce infatti negli anni quaranta e deriva dalla ginnastica a corpo libero e da quella militare. È una disciplina che contempla diversi esercizi che vengono somministrati mantenendo come riferimento le attività motorie funzionali dell'uomo.

Il corpo diventa strumento di lavoro come sovraccarico funzionale, che sfrutta pavimento o altri attrezzi semplici per sviluppare forza agilità e coordinazione. Vengono svolti prevalentemente esercizi a corpo libero, tra i più conosciuti ci sono lo squat, il plunk o il crunch,

Alle metodiche di base, in step successivi, si accostano stimolazioni funzionali diverse in aggiunta agli esercizi di base come salti, cambi di direzione, piegamenti, affondi e così via.

Tutti possono assolutamente praticare questi esercizi a patto che le sedute siano somministrate da esperti del movimento. Il monitoraggio e la programmazione degli esercizi in soggetti più anziani, ad esempio, devono essere più delicati di conseguenza necessita di professionalità medico scientifiche importanti.

Per chi invece può allenarsi in modo più intenso c’è l’atheltic training un workout per migliorare appunto le proprie performance. Questo allenamento è caratterizzato da esercitazioni di tipo atletico molto intense come ripetute di corsa, esercitazioni di potenza, forza, agilità e resistenza.

Sia il Functional Training che l'Athletic Training possono essere organizzati a circuito in una serie di stazioni consecutive, con tempi di lavoro attivi e tempi di recupero. Sebbene questi allenamenti possano sembrare impegnativi comportano benefici molteplici per il fisico.
Di seguito i principali.

  • Miglioramento delle performance cardiovascolari
  • Riduzione della massa grassa
  • Miglioramento della resistenza alla fatica
  • Riequilibrio posturale
  • Miglioramento della capacità di movimentare carichi pesanti
  • Produzione di beta-endorfine necessarie alle attività anti stress del corpo
  • Stimolazione della regolazione ormonale

 

Chiaramente dei risultati così buoni si ottengono allenandosi con buona volontà seguendo un programma graduale costante e duraturo, ma una volta iniziato, la vostra forma fisica vi piacerà così tanto che difficilmente riuscirete a fermarvi!

Si ringrazia Giuseppe Scarano per aver contribuito a questo articolo.
(Performance Trainer/Personal Trainer - Doctor in Sports Science - 7urning® Founder)